Una targa in ricordo di Vitaliy Dorash, l'operaio che morì nel cantiere olimpico

Novello: "Bisogna tenere alta l'attenzione sul tema sicurezza"

La targa dedicata a Vitaliy Dorash. Alle spalle il quartiere che contribuì a costruire

E' stata posta questa mattina, mercoledì 11 luglio, nell'area verde accanto alla rotonda tra corso Mortara e via Orvieto, una targa in memoria di Vitaliy Dorash, operaio edile di origine moldava che morì sul lavoro nel 2004. L'uomo perse la vita nel cantiere durante la costruzione di un edificio, nell'area del Villaggio media Olimpico in Spina 3. Alla cerimonia hanno partecipato la vedova di Vitaliy, la figlia, il presidente della Circoscrizione 5 Marco Novello e la consigliera Eleonora Artesio che ha fortemente seguito e voluto la posa della targa. 

Giunto in Italia nel 1999 dalla Moldavia dove era Capitano di Marina, Vitaliy nel gennaio 2004 viene assunto come operaio manovale dalla ditta di costruzioni che si occupa degli edifici del nuovo quartiere in vista delle Olimpiadi Invernali. Il 2 agosto dello stesso anno, mentre cammina nel cantiere, viene accidentalmente colpito da una trave caduta da un’altezza di 40 metri che gli causa un trauma così grave da rendere vani i successivi tentativi di rianimazione. "Gli piaceva questo lavoro - ricorda la moglie Olga, ringraziando per l'iniziativa la Città di Torino e la Circoscrizione 5 -, amava costruire...perchè voleva costruire il suo futuro e quello della sua famiglia in Italia". 

Più sicurezza sul luogo di lavoro

"Vitaliy lavorava in un cantiere che voleva rappresentare il simbolo di un cambiamento - ricorda Artesio -. Siamo qui per ricordarlo e per gratitudine nei suoi confronti e della sua famiglia. Quelle come la sua, si chiamano morti bianche perchè giuridicamente non esiste un responsabile. Ma è sbagliato... 
Esiste sempre la possibilità di aumentare le condizioni di sicurezza e la qualità del lavoro. Il nostro impegno è quello di fare in modo che il lungo elenco di morti sul lavoro che purtroppo viene stilato ogni anno in Italia, diventi sempre più breve". 

"Con questa targa vogliamo ricordare Dorash - ha detto Novello - e come lui tutte le persone che hanno contribuito a costruire il nuovo progetto di città. Gli incidenti sul lavoro accadono perchè spesso non vengono rispettate le norme di sicurezza. Bisogna quindi tenere alta l'attenzione sul tema: chi lavora deve avere la certezza di trovarsi in un ambiente protetto e sicuro". 

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento