Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Borgo Po / Corso Casale, 1

Tar, no al ricorso degli animalisti: il nuovo bioparco nell'ex zoo Michelotti si farà

Secondo i giudici amministrativi il Comune ha rispettato tutte le regole per il bando: avanti col progetto da 20 milioni

Arrivano gli animali al parco Michelotti di corso Casale (immagine di repertorio)

Il Tar ha respinto il ricorso presentato dal Coordinamento No Zoo contro l'insediamento di un nuovo bioparco gestito da Zoom (che già è attivo agli ex Laghi Baite di Cumiana) al parco Michelotti di corso Casale.

Secondo i giudici amministrativi, "nessuno dei motivi dedotti dalle ricorrenti appare sorretto da immediati ed evidenti indizi di fondatezza": il Comune, dunque, ha rispettato le regole procedurali per il bando e non vi sono controindicazioni alla realizzazione del progetto. Sconfitti gli ambientalisti e gli animalisti, che avevano contestato i progetti "Biosfera" e "Fattoria degli animali".

I gestori del bioparco di Cumiana si sono aggiudicati l’area per 30 anni. Zoom dovrà pagare 60mila euro l’anno di canone, più 180mila per la manutenzione del verde pubblico. Sono previsti investimenti per 20 milioni e 100 nuovi posti di lavoro. Uno studio realizzato dal Politecnico ipotizza un flusso di 300mila turisti l’anno, che genereranno ricadute per circa cinque milioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tar, no al ricorso degli animalisti: il nuovo bioparco nell'ex zoo Michelotti si farà

TorinoToday è in caricamento