Cronaca

Ragazzo suicida sotto il treno a Moncalieri: svolta nelle indagini, emerge un quadro di prostituzione e ricatti

Niente bullismo e omofobia

L'intervento dei soccorritori il giorno dell'accaduto, il 20 giugno, a Moncalieri

Svolta nelle indagini sul suicidio, avvenuto lo scorso 20 giugno 2021 a Moncalieri, di un ragazzo torinese di 18 anni che si gettò sotto un treno in corsa. Sull'accaduto era stato aperto un fascicolo per istigazione al suicidio dal pm Antonella Barbera della procura di Torino, con la prima ipotesi che fosse stato preso di mira per il suo orientamento sessuale (era gay dichiarato).

In realtà, col passare dei giorni, è emerso un altro scenario in cui il bullismo non c'entra nulla. Si indaga, infatti, su un giro di prostituzione in cui il giovane sarebbe finito e da cui avrebbe faticato a uscire. Dalle chat analizzate dagli investigatori della polizia ferroviaria sarebbe emerso anche un ricatto sessuale. Il quadro investigativo, quindi, appare completamente cambiato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo suicida sotto il treno a Moncalieri: svolta nelle indagini, emerge un quadro di prostituzione e ricatti

TorinoToday è in caricamento