Anziana morta soffocata a Sangano: non è omicidio, ma suicidio

Non è stata uccisa, ma si sarebbe messa lei stessa un sacchetto in testa dopo un forte litigio avvenuto ieri sera. G.K., 74 anni, non avrebbe sopportato il trasferimento a Torino in un appartamento diverso da quello del figlio

Non si è trattato di omicidio, ma di suicidio. Questo è quanto ha appurato il medico legale sopraggiunto nella villetta di Sangano in cui questa mattina era stata trovata senza vita G.K., 74 anni. Dopo un pesante litigio con il figlio avvenuto nella serata di ieri, la donna avrebbe assunto dei farmaci e si sarebbe legata un sacchetto in testa prima di stendersi sul divano. Ecco come, secondo la ricostruzione effettuata dai Carabinieri, sarebbe morta l'anziana.

In un primo momento invece si era ipotizzato l'omicidio. Il litigio rumoroso avuto con il figlio era stato udito dai vicini di casa, tanto che avevano chiamato i Carabinieri, intervenuti per sedare il diverbio.

A trovare il corpo senza vita è stato proprio il figlio della vittima. Da quanto egli stesso ha dichiarato ai militari avrebbe anche tentato di salvarla chiamando subito il 118, ma non c'era stato più nulla da fare. L'interrogatorio a cui è stato sottoposto l'uomo ha portato a capire i motivi della lite con la madre: c'entrava la casa e un trasferimento a Torino in due appartamenti separati. Soluzione, a quanto pare, mal digerita dall'anziana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Trovato cadavere in casa, accertamenti in corso

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

Torna su
TorinoToday è in caricamento