Tragedia nel chivassese: un ragazzo di 15 anni si toglie la vita

Si è legato una corda intorno al collo nella tavernetta di casa. A fare la terribile scoperta la madre, scesa per chiamarlo. Sconosciute le cause del gesto estremo: indagano i Carabinieri di Chivasso

Una tragedia che ha sconvolto il comune di Tonengo di Mazzè, nel Canavese. Un ragazzino di 15 anni si è tolto la vita nella tavernetta della casa in cui abitava con la mamma.

La stessa genitrice ha trovato il figlio ormai senza vita con una corda intorno al collo. Sapeva che era sceso a suonare la chitarra, ma vista l'ora tarda e non vedendolo rientrare, lo è andato a chiamare facendo la terribile scoperta. A nulla è servito l'allarme e l'arrivo immediato dei sanitari del 118, il quindicenne era ormai deceduto.

Sul perché del gesto estremo compiuto da un ragazzo descritto da tutti come allegro e di compagnia, non certamente sofferente di qualcosa, stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Chivasso. Non sono stati trovati biglietti con qualche spiegazione, ma l'unica cosa che si sa è che ha mandato due messaggi sul cellulare ad una ragazza sua coetanea.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

Torna su
TorinoToday è in caricamento