Per amore ottantenne si spara davanti alla bara della moglie

Si è ucciso con un colpo di rivoltella in testa davanti alla bara della moglie. "Abbiamo viaggiato sempre insieme. Il viaggio più lungo non te lo lascio fare da sola"

Un uomo di 82 anni di Collegno, Giovanni Disnero, non ha retto alla morte della moglie e si è tolto la vita davanti alla bara della consorte, all'interno della camera mortuaria della casa di riposo Irv di via San Marino a Torino. Una storia d'amore quella tra Giovanni e Alma iniziata con il matrimonio il 12 ottobre del 1961, 51 anni fa. Lui non voleva dire addio alla donna amata per una vita e ha deciso di seguirla, lasciando un biglietto affinché si capisse il suo gesto estremo.

"Abbiamo viaggiato sempre insieme. Il viaggio più lungo non te lo lascio fare da sola". Queste le parole scritte da Giovanni e lasciate sopra il corpo della moglie ormai senza vita. Erano all'interno di una busta insieme alla sua carta d'identità, al certificato di matrimonio e alla registrazione dell'arma con cui si è tolto la vita.

Per dare l'ultimo saluto ad Alma, Giovanni aveva chiesto di essere lasciato un momento da solo con lei. Appena sono usciti tutti dalla camera mortuaria, ha tirato fuori una rivoltella e si è sparato cinque colpi, di cui quattro al petto e uno, l'ultimo, alla tempia. All'arrivo dei soccorsi Giovanni era già morto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Trovato cadavere in casa, accertamenti in corso

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

Torna su
TorinoToday è in caricamento