Cadavere al Parco Colletta: vittima si è data fuoco per il lavoro

E' del muratore Gaetano Menale il corpo carbonizzato trovato in un cespuglio del parco della Colletta. L'uomo si è ucciso dandosi fuoco perché di recente aveva perso il lavoro. Lascia una moglie e tre figli

E' stato dato un nome e un cognome al cadavere carbonizzato trovato giovedì mattina all'interno del Parco della Colletta. La vittima è Gaetano Menale e si sarebbe tolto la vita lui stesso - dandosi fuoco - per la perdita del lavoro. Menale lascia la moglie e tre figli, tutti maggiorenni.

Dal racconto dei familiari della vittima si apprende che l'uomo era piombato in uno stato di profonda depressione dopo avere perso l'impiego in un'azienda edile del capoluogo piemontese. La polizia sta cercando di ricostruire gli ultimi attimi di vita dell'uomo, che giovedì mattina era stato visto ardere da alcuni passanti sotto un cespuglio del parco della Colletta, che aveva raggiunto su una bicicletta da passeggio. La Polizia aveva trovato vicino al corpo due recipienti di liquido infiammabile e aveva immediatamente escluso la presenza di altre persone sulla scena del ritrovamento.

La verità si è saputa soltanto quando i figli dell'uomo hanno effettuato il riconoscimento del corpo, avvenuto tramite alcuni effetti personali. Il corpo, infatti, era irriconoscibile a causa delle fiamme che lo avevano carbonizzato. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento