Lite nella cucina dell’albergo, 42enne minaccia il suicidio

E' salito in cima allo stabile

Immagine di repertorio

Un 42enne di Torino mercoledì mattina, 26 luglio, è salito all’ultimo piano dell’hotel Lungomare di Andora (Sv) ed ha minacciato di gettarsi nel vuoto. L’episodio è avvento dopo un litigio con un collega cuoco.

Il 42enne, a seguito della lite, si è recato in cima allo stabile di via Capri in stato confusionale. Qui si è seduto su un cornicione minacciando a più riprese l'intenzione di togliersi la vita gettandosi nel vuoto.

Subito sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118, carabinieri e polizia municipale. I pompieri hanno anche predisposto il dispositivo per attutire la caduta qualora l’uomo avesse dato seguito alle minacce.

Le forze dell’ordine hanno cercato per diverso tempo di dissuadere il 42enne dal compiere il gesto suicida. Alla fine, sul tetto, sono saliti i carabinieri e il titolare dell’albergo che l’hanno tratto in salvo. L’uomo è stato ricoverato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento