Detenuto si impicca nella sua cella al carcere di Ivrea

Ivrea: un detenuto si è impiccato nel carcere usando un sacchetto della spazzatura intrecciato. Era un uomo italiano di 42 anni

Si è suicidato impiccandosi alla grata del bagno della sua cella, usando un sacchetto dell'immondizia in cellophane intrecciato. E' così che ha scelto di morire un detenuto italiano di 42 anni, nel carcere di Ivrea, verso le 14.40 di oggi.

Leo Beneducci, segretario dell'Osapp, osserva che si tratta del primo suicidio in carcere del 2014, e aggiunge: "Purtroppo dimostra quanto la polizia penitenziaria, grazie alla sordità della Guardasigilli rispetto alle esigenze organiche del Corpo, possa fare sempre di meno per prevenire gesti estremi". Per il sindacalista, inoltre, ''le condizioni nel carcere di Ivrea peggiorano ogni giorno di più, fino a renderlo una vera e propria polveriera che può esplodere da un momento all'altro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento