Detenuto si impicca nella sua cella al carcere di Ivrea

Ivrea: un detenuto si è impiccato nel carcere usando un sacchetto della spazzatura intrecciato. Era un uomo italiano di 42 anni

Si è suicidato impiccandosi alla grata del bagno della sua cella, usando un sacchetto dell'immondizia in cellophane intrecciato. E' così che ha scelto di morire un detenuto italiano di 42 anni, nel carcere di Ivrea, verso le 14.40 di oggi.

Leo Beneducci, segretario dell'Osapp, osserva che si tratta del primo suicidio in carcere del 2014, e aggiunge: "Purtroppo dimostra quanto la polizia penitenziaria, grazie alla sordità della Guardasigilli rispetto alle esigenze organiche del Corpo, possa fare sempre di meno per prevenire gesti estremi". Per il sindacalista, inoltre, ''le condizioni nel carcere di Ivrea peggiorano ogni giorno di più, fino a renderlo una vera e propria polveriera che può esplodere da un momento all'altro".

Potrebbe interessarti

  • Scarafaggi in casa? Ecco come allontanarli

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Auto sui binari del tram

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita gettandosi dal balcone: muore un uomo

  • Si toglie la vita con un colpo di pistola: aveva solo 30 anni

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Addio a Max e alla sua passione per i motori, il ricordo degli amici

  • Perdono il controllo dell'auto all'incrocio e ne centrano altre due: feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento