rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

"Mi hanno stuprata nella camera d'albergo", ma si è inventata tutto. Torinese nei guai

Aveva mandato messaggio al fidanzato

Un'italiana di 36 anni residente in provincia di Torino ha scatenato un pandemonio nella serata di ieri, martedì 14 luglio 2020, in un albergo a quattro stelle di Riccione inviando un messaggio al fidanzato, che era al lavoro a Ravenna, in cui ha scritto di essere stata stuprata nella sua stanza.

Si era inventata tutto: trasportata nell'ospedale cittadino, i medici hanno escluso qualsiasi tipo di lesione riconducibile a una violenza sessuale. Anche la sostanza rossa di cui è stata trovata ricoperta dai sanitari del 118 non era sangue, ma vomito composto da anguria, psicofarmaci e alcolici.

I carabinieri stanno facendo accertamenti. La donna rischia una denuncia per simulazione di reato. I primi riscontri hanno permesso di accertare che aveva portato in stanza un ragazzo, che era stato registrato regolarmente dal personale dell'albergo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi hanno stuprata nella camera d'albergo", ma si è inventata tutto. Torinese nei guai

TorinoToday è in caricamento