Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Barriera di Milano / Via Arturo Toscanini

Sotto effetto di stupefacenti, vuole dare le generalità del fratello ma non ricorda il suo nome

Un “siparietto” che si è concluso con l’arresto dell’uomo

Immagine di repertorio

Dopo svariati tentativi di fornire le proprie generalità, un cittadino marocchino di 30 anni è stato arrestato per false attestazioni sull’identità personale dai poliziotti del Commissariato Barriera Milano. Un “siparietto”, quello messo in piedi dall’uomo, iniziato in via Toscanini e finito negli uffici del commissariato.

Durate un controllo lungo la strada l’uomo viene trovato sprovvisto di documenti, allora declina verbalmente le proprie generalità, ma il nominativo fornito risulta assente ai terminali. L’uomo sostiene di essere titolare di regolare permesso di soggiorno e dice agli operatori che probabilmente non hanno compreso bene il suo nome e li inviata a inserire nuovamente i dati invertendo il nome e il cognome. Anche così di lui non c’è traccia negli archivi. 

Una volta accompagnato nel uffici del commissariato, l’uomo dichiara anche di abitare in un paese in provincia di Venezia che però non esiste. Alla fine viene identificato con il controllo delle impronte digitali e rivela che, non essendo in regola col permesso di soggiorno da tempo, in alcune occasioni aveva declinato i dati del fratello che ha i documenti in regola. 

Quella sera, però, era molto confuso a causa dell’assunzione di sostanza stupefacente per cui non ricordava più il nome di battesimo del fratello.   
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto effetto di stupefacenti, vuole dare le generalità del fratello ma non ricorda il suo nome

TorinoToday è in caricamento