rotate-mobile
Cronaca

Treno della Memoria: da Torino 500 studenti viaggiano verso Auschwitz

Un viaggio per rendere i giovani cittadini più consapevoli dell'importanza di difendere la dignità umana, sempre e in ogni forma. Questo è l'obiettivo del Treno della Memoria, organizzato da Terra del Fuoco

Cinquecento studenti questa mattina sono partiti quest'oggi da Porta Nuova con il secondo Treno della Memoria, organizzato da Terra del Fuoco. Dal Piemonte erano già partiti per Auschwitz, con la stessa organizzazione, il 18 febbraio, 700 ragazzi. Prima della partenza i ragazzi si sono riuniti in assemblea al Teatro Regio, presente il sottosegretario all'Istruzione, Marco Rossi Doria, che ha ricordato come suo padre sia stato perseguitato dai fascisti e sua madre, ebrea ungherese, sia stata costretta ad emigrare.


"Al di là di ogni polemica - ha detto Oliviero Alotto, presidente dell'Associazione Terra del Fuoco, ideatrice, 7 anni fa, del Treno della Memoria - ci auguriamo che la Regione Piemonte possa mantenere il suo impegno finanziario di 100 mila euro a fronte dei 200 stanziati l'anno scorso. Nel frattempo, i ragazzi che hanno partecipato al viaggio di oggi hanno aggiunto 50 euro al previsto contributo di 70 euro. Per noi, per loro, si tratta di un viaggio importante mirato a rendere i giovani cittadini più consapevoli dell'importanza di difendere la dignità umana, sempre e in ogni forma". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno della Memoria: da Torino 500 studenti viaggiano verso Auschwitz

TorinoToday è in caricamento