rotate-mobile
Cronaca

San Salvario, striscie gialle per i residenti: dureranno tutta l'estate

Gli stalli riservati ai residenti saranno realizzati su un solo lato della carreggiata. Il Comune invierà agli aventi diritto gli adesivi identificativi per poter sostare sulle strisce gialle

Inizierà il 22 giugno - in ritardo di circa 15 giorni - la sperimentazione strisce gialle nel quartiere San Salvario. Da ieri mattina gli operai sono a lavoro per ritinteggiare gli spazi che saranno riservati - nell'area compresa tra corso Vittorio Emanuele, via Nizza, corso Marconi e via Madama Cristina - ai soli residenti.

La sosta sarà riservata su un solo lato della carreggiata, mentre sulla parte opposta rimarranno salve le strisce blu. Una sperimentazione, questa, che durerà per tutta l'estate. L'obiettivo, come da prassi, è quello di limitare la sosta selvaggia della movida, specie nelle ore notturne, riservando ai residenti la possibilità di trovare uno spazio per la propria automobile. Nei prossimi giorni, infatti, il Comune invierà a coloro che ne avranno il diritto, gli adesivi identificativi da apporre sulla vettura per poterla parcheggiare negli stalli riservati.

Se da una parte le strisce gialle prendono vita, dall'altra pare essere saltato l'accordo tra i commercianti di via Baretti e Palazzo Civico in ordine alle navette che avrebbero dovuto consentire il trasporto della movida dal V Padiglione di Torino Esposizioni al quartiere medesimo. Il servizio, infatti, secondo l'assessorato ai Trasporti avrebbe dovuto essere finanziato in parte dagli stessi commercianti che, tuttavia, si erano già espressi dubbiosi sull'iniziativa.

Al contempo, però, è nata una nuova collaborazione tra i gestori dei locali e il servizio di car sharing Car2Go: fino al 26 giugno, infatti, gli instancabili della movida potranno iscriversi gratuitamente al servizio di trasporto e ricevere 30 minuti di guida gratuita.

In questo senso, sia le auto di Car2Go che quelle di Enjoy potranno parcheggiare all'interno delle strisce gialle. Ora, però, la domanda sorge spontanea. Con la posssibilità per la movida di poter sostare negli stalli riservati se si servono del car sharing, non si rischia di avere nuovamente un problema di mancanza di parcheggi per i residenti?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Salvario, striscie gialle per i residenti: dureranno tutta l'estate

TorinoToday è in caricamento