Cronaca

Strage ad Alessandria, tre omicidi e un suicidio: uccide moglie e figlio in casa, poi la suocera in casa di riposo

Alla fine ha rivolto l'arma contro se stesso. Due corpi trovati dalle suore nella struttura, poi scoperti gli altri

Strage nella mattinata di oggi, mercoledì 27 settembre 2023, ad Alessandria. Martino Benzi (nella foto sotto), ingegnere 67enne, ha ucciso a coltellate prima in casa il figlio Matteo, 17 anni, e la moglie Monica Berta (nella foto sotto), 55 anni, e poi nella casa di riposo Michel, situata all'interno dell'istituto Divina Provvidenza, nell'omonima piazza, la suocera Carla Schiffo, 78 anni. Infine, ha rivolto l'arma contro di sé tagliandosi la gola.

Gli ultimi due corpi sono stati trovati dal personale della struttura, che ha immediatamente chiamato i carabinieri. "Martino è venuto qui come tutti i giorni - racconta una suora a TorinoToday - e aveva salutato cordialmente la signora Carla, che aveva ricambiato. Di solito, però, passava con sua moglie che oggi non c'era. Il figlio invece veniva una volta la settimana".

Successivamente, anche per l'assenza di Monica Berta che appunto era solita recarsi alla casa di riposo col marito, sono stati scoperti gli altri due omicidi. I militari dell'Arma, infatti, hanno provato ad andare nell'abitazione della famiglia, in via Lombroso. Non è chiaro se prima abbiano trovato addosso all'assassino un biglietto in cui lui avvisava della presenza di altri due cadaveri a casa sua.

Dopo avere sfondato la porta i carabinieri hanno scoperto i corpi di moglie e figlio. Il ragazzo era atteso a scuola, quindi è verosimile che i primi due omicidi siano avvenuti di prima mattina, anche perché il ragazzo, che frequentava l'istituto Volta, era atteso in classe per le 10,30 in quanto prima c'era un' assemblea sindacale del personale. In casa anche un secondo biglietto, in cui Benzi sì dichiarava colpevole di avere sterminato la sua famiglia "che amava sopra ogni altra cosa". Non mostrava però segni di dispiacere. Secondo i primi rilievi eseguiti, il ragazzo non avrebbe reagito, mentre con la moglie ci sarebbe stata una violenta colluttazione.

La famiglia abitava da anni nell'appartamento, or sotto sequestro, al terzo piano del palazzo. Per tutti i vicini erano persone cordiali ma riservate. La signora Berta lavorava alla Damiani, storica industria di gioielli di Valenza Po. Un anno e mezzo fa era stata colpita da leucemia ed era stata sottoposta a trapianto di midollo osseo, ma si era ripresa ed era tornata a lavorare part-time. Martino Benzi, che aveva uno studio di consulenza informatica, aveva un blog personale in cui raccontava diversi aspetti della sua vita: "Sono uno che nato nel 1956 si è deciso a fare un figlio a 50 anni, età in cui qualche mio compagno di scuola diventava nonno. Allora non stupitevi se questo blog, a volte, presenterà dei contenuti stranamente incongrui per il pacato gentiluomo che dovrei e vorrei essere". Nel blog spesso faceva riferimento a suo figlio Matteo.

Le suore della Divina Provvidenza, fondate dalla beata madre Teresa Michel, esprimono: "profondo dolore" per la tragedia. "Il gesto estremo, violento e inspiegabile avvenuto nel nostro giardino ci ha tutte lasciate sgomente e senza parole - si legge in una nota ufficiale della superiora provinciale suor Natalia Rognoni -. Mentre esprimiamo massima vicinanza e le condoglianze più sincere alla famiglia dei deceduti così profondamente colpita, assicuriamo le nostre preghiere di suffragio e, per quanto di nostra competenza, la totale collaborazione alle forze dell'ordine e all'autorità giudiziaria affinché si possa fare presto piena luce su questa dolorosa vicenda".

La casa di riposo ospita 240 persone, perlopiù anziane o malate. Carla Schiffo vi abitava da un anno e mezzo. "Era una signora dolce - la ricorda una suora - che era solita muoversi con un girello. I suoi familiari non ci avevano mai rappresentato di avere alcun problema: è sta una tragedia familiare che nessuno si sarebbe potuto aspettare".

Martino Benzi aveva 67 anniMonica Berta aveva 55 anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage ad Alessandria, tre omicidi e un suicidio: uccide moglie e figlio in casa, poi la suocera in casa di riposo
TorinoToday è in caricamento