Strage Nizza, trovata viva anche Marinella Ravotti

E' grave all'ospedale Pasteur nella stanza vicino al marito Andrea Avagnina

Marinella Ravotti è viva. La piemontese dispersa dopo la strage di Nizza è stata trovata all'ospedale Pasteur nella stanza vicina a quella in cui è ricoverato il marito Andrea Avagnina.

Entrambi sono in condizioni gravi anche se i medici non disperano di salvarli. Lei ha un brutto trauma cranico.

La figlia Beatrice, arrivata da Las Palmas sull'isola di Tenerife, dove lavora, ha riconosciuto la madre dagli anelli in quanto ha il volto tumefatto.

Era stata sottoposta all'esame del Dna perché fosse comparato con quello dei morti non ancora identificati, ma girando per gli ospedali è riuscita a scoprire che entrambi i genitori non sono deceduti dopo essere stati travolti dal tir assassino.

"E' stata una coincidenza", dice Marcello De Giorgi, fidanzato della figlia anche lui a Nizza.

Avagnina potrebbe domani verrà sottoposto a un intervento chirurgico. E' mantenuto in coma farmacologico dai sanitari.

La coppia abita a San Michele Mondovì dove lui, 53 anni, gestisce un bar tabaccheria. Lei, 55 anni, invece lavora come infermiera al Sert di Mondovì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento