Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

L'assassino commosso: "Povera nonnina, non doveva morire"

Giorgio Palmieri, che ha confessato di aver ucciso la famiglia Allione, ha chiamato l'anziana signora Emilia con l'appellativo di "nonnina": "Lei non doveva morire", avrebbe detto

Quando ha raccontato gli attimi del massacro, Giorgio Palmieri si è detto “sconvolto e provato”, ma anche “sollevato”, perché il peso triplice omicidio gravava su di lui. La confessione di Palmieri è stata a tratti toccante, quando ha raccontato della morte dell’anziana.

“Povera nonnina, lei non doveva morire”: avrebbe infatti detto Giorgio Palmieri, al momento della confessione rilasciata ai carabinieri, usando parole che esprimono un profondo rammerico per aver ucciso anche l’anziana Emilia Dall’Orto, 93 anni, madre di Maria Angela, che ha trovato la morte assieme al marito nella sua villetta.

La donna, secondo quanto raccontato dal Palmieri, si trovava al piano inferiore al momento della strage. Scendendo le scale per uscire dalla villetta, però, Palmieri è stato visto dalla “nonnina”. E allora, essendo stato riconosciuto, per lo più con indosso i vestiti macchiati di sangue, ha ucciso pure lei. Ma verso la signora Dall’Orto ha usato un atto di pietà, coprendo il suo corpo con un lenzuolo. Con un ultimo atto di pietas, le ha accarezzato il volto e le ha dato un bacio: “Non meritava di morire”, ha però confessato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assassino commosso: "Povera nonnina, non doveva morire"

TorinoToday è in caricamento