Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Nuova stazione di Susa: "Sarà il simbolo della Torino-Lione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

“Un progetto che scaturisce da una grande attenzione per un territorio e per una comunità locale che intende valorizzare nelle loro peculiarità tradizionali e nelle loro potenzialità future; una infrastruttura che non consumerà suoli agricoli, ma che, anzi, riqualificherà una posizione di territorio fortemente compromessa”: è questo il giudizio espresso stamani dal Presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, dopo la presentazione da parte dell’architetto Kengo Kuma del progetto per la nuova stazione internazionale di Susa della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione.

“Il progetto presentato stamani durante la seduta dell’Osservatorio sulla Torino-Lione è perfettamente coerente con l’obiettivo della riduzione del consumo di suolo che la Provincia si è data recentemente, approvando il nuovo Piano Territoriale di Coordinamento.  – ha sottolineato il Presidente Saitta – Le scelte progettuali di Kuma dimostrano una perfetta comprensione ed identificazione con il metodo che l’organismo presieduto dall’architetto Mario Virano ha seguito negli ultimi anni per affrontare tutti gli aspetti progettuali della TAV, nel pieno rispetto dell’ambiente e della popolazione della Valsusa”.

“Il progetto presentato ufficialmente stamani, - ha concluso il Presidente della Provincia – stimola tutti quanti ad andare con lo sguardo verso il futuro, pensando alle ricadute che la TAV e la nuova stazione internazionale di Susa avranno sulla Valsusa, in termini di riqualificazione ambientale e di promozione del territorio. La nuova infrastruttura sanerà alcune profonde ferite urbanistiche ed ambientali e metterà a disposizione dei cittadini uno spazio pubblico le cui funzioni andranno ben al di là di quelle di un semplice punto di interscambio tra modalità di trasporto: sarà un luogo di incontro, di aggregazione e di utilizzo intelligente del tempo libero in attività culturali, ricreative e sportive, Sarà in qualche modo il simbolo di una Torino-Lione che, nel lungo termine, darà al territorio più di quanto gli sottrarrà per pochi anni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova stazione di Susa: "Sarà il simbolo della Torino-Lione"

TorinoToday è in caricamento