Cronaca

'Molesta' l'ex compagna inviandole 50 rose rosse, condannato per stalking

La vicenda di un 70enne che aveva riempito la donna di attenzioni non richieste. "Qui si punisce l'amore"

Condannato a un anno di carcere (pena sospesa con la condizionale) per avere 'perseguitato' la ex compagna inviandole un mazzo di 50 rose rosse non gradite.

La vicenda riguarda un torinese di 70 anni, il cui processo è andato a sentenza nel pomeriggio di oggi, mercoledì 14 settembre.

Secondo il giudice l'uomo è colpevole del reato di atti persecutori.

Oltre alle rose, l'imputato, dopo che fu lasciato, 'perseguitò' la ex, con cui stette insieme per 20 anni, dal 1992 al 2012, con una serie di attenzioni non richieste, come l'acquisto di pollo con patate o il trasporto dell'auto dal meccanico per farla riparare.

"Io sono ancora perdutamente innamorato - ha detto in aula il 70enne - e non la toccherei neanche con un dito. L'idea di farle del male è al di là della mia immaginazione".

Il suo avvocato, Antonio Genovese, è indispettito dal verdetto: "Qui - sostiene - non si parla di prevaricazioni, non si parla di angherie, non si parla di violenze. Il mio assistito ha soltanto tentato di riconquistare la donna con cui aveva avuto una relazione durata vent'anni. In un modo che evidentemente è stato giudicato sbagliato. Ma che era completamente privo di cattiveria o di rancore. E' stato condannato l'amore".

La donna ha ottenuto il diritto a un indennizzo e una provvisionale di cinquemila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Molesta' l'ex compagna inviandole 50 rose rosse, condannato per stalking

TorinoToday è in caricamento