Cronaca Centro / Piazza Statuto

Costretta a chiedere aiuto in un negozio, l’ex diventa il suo stalker

36enne arrestato

Immagine di repertorio

Mezza giornata ostaggio del suo ex fidanzato. E’ quanto accaduto ad un’italiana nel pomeriggio di giovedì 12 luglio finché non è riuscita a chiedere aiuto ad un negoziante di Piazza Statuto, intorno alle 22.

 La donna ha raccontato agli agenti che aveva paura del suo ex compagno che la stava importunando sin dal pomeriggio e che lei proprio quel giorno aveva ritirato, dopo diverse insistenze dell’uomo e con la promessa di non interferire più nella sua vita, la querela presentata nei suoi confronti la scorsa settimana. L’ex compagno, un egiziano di 36 anni con precedenti di polizia e irregolare sul Territorio Nazionale, era stato arrestato la settimana scorsa per maltrattamenti in famiglia.

Cosa è accaduto quel pomeriggio

Nel pomeriggio di giovedì la vittima, mentre si trovava in centro a Torino, è stata contattata dall’ex il quale voleva accertarsi della remissione della querela. L’uomo le ha chiesto di vedersi e quando i due si sono incontrati, il 36enne è tornato ad essere aggressivo colpendola e minacciandola. Le ha anche impedito di tornare a casa, costringendola a camminare con lui e vietandole di allontanarsi fino a quando la donna, terrorizzata, non è riuscita ad entrare nel locale di piazza Statuto e a chiedere aiuto. Qui il personale dell’esercizio ha fatto da scudo alla donna e lo straniero ha dovuto allontanarsi dal locale.

Poco dopo, però, l’aggressore è tornato, ma a quel punto ad attenderlo c’era già la Polizia di Stato. Nonostante la presenza dei poliziotti, l’uomo con fare aggressivo ha cercato un ulteriore contatto con la vittima. Gli agenti lo hanno arrestato per atti persecutori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costretta a chiedere aiuto in un negozio, l’ex diventa il suo stalker

TorinoToday è in caricamento