Cronaca Centro

Un uomo si arrampica su un balcone: “Volevo spiare la mia ex”, arrestato 

Stalker scambiato per un ladro

Immagine di repertorio

Persecutore della ex fidanzata e non ladro d’appartamento, come in un primo momento era sembrato. Quando ha capito che stava per essere arrestato per tentato furto, un 26enne italiano ha confessato agli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia il vero motivo per cui aveva scavalcato la ringhiera di un balcone di un appartamento nei pressi di Piazza Vittorio: spiare la ex ìche lo aveva lasciato a gennaio. L’ex fidanzato molesto è stato arrestato per atti persecutori e violazione di domicilio.

Domenica 21 luglio la ragazza, italiana di 20 anni, era a pranzo dagli zii in un appartamento del centro e non si era accorta del fatto che il suo ex l’avesse seguita e poi si fosse arrampicato sul balcone di casa dei parenti, se non quando ha ricevuto la telefonata da parte della Polizia di Stato.       

Dal suo racconto è emerso un quadro piuttosto preoccupante: da quado lo aveva lasciato, lui si era accanito in tutti i modi nel cercare di farle cambiare idea tentato diverse forme di manipolazione nei suoi confronti, compresa la minaccia di suicidio. Bloccato su tutte le piattaforme social (whatsapp, facebook, instagram) per il suo comportamento molesto, aveva però continuato a inviarle mail, pur non ricevendo risposta, e anche cercato un contatto con la ragazza tramite i genitori di lei, letteralmente tempestati di messaggi.     
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un uomo si arrampica su un balcone: “Volevo spiare la mia ex”, arrestato 

TorinoToday è in caricamento