Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Via Modena

Festa non autorizzata nel vecchio magazzino di via Modena

Un week-end davvero lungo ha accompagnato i residenti del borgo Aurora. Dopo soli tre giorni di pace gli squatter sono tornati padroni dell'ex gallettificio

Due giorni di follia. Tutta colpa della musica a tutto volume, dell’alcool e della droga. E’ terminato soltanto nel primo pomeriggio di domenica il rave party non autorizzato all’interno di un vecchio magazzino abbandonato di corso Palermo angolo via Modena, quartiere Aurora.

Gli anarchici, infatti, sono tornati padroni dell’ex gallettificio appena tre giorni dopo lo sgombero operato dalla polizia, durante uno dei tanti blitz eseguiti in seguito all’operazione sfratti. Alla festa a sorpresa hanno partecipato decine di ragazzi, molti giovanissimi. “Molti provenivano dal vicino asilo di via Alessandria” racconta una signora del quartiere.

Parole che la dicono lunga su quello che è il clima in zona. I locali, che per settimane hanno ospitato famiglie di nomadi, sono stati presi d’assalto sabato pomeriggio approfittando della mancanza di volanti. Agli squatter è bastato forzare una delle porte per tornare ad occupare il magazzino e dare così il via alla festa. Con tanti cari saluti alle mille firme raccolte di recente dai residenti, agli sgomberi richiesti alla prefettura e al presidio fisso delle forze dell’ordine davanti la vecchia palazzina.

A farne le spese sono stati come al solito i residenti del borgo che non hanno chiuso occhio a causa della straziante musica techno – hardcore. Inutili le chiamate di protesta. “Domenica non è venuto nessuno – racconta la signora Maria, una residente -. Ma noi abbiamo allertato chiunque, preoccupati per quel via vai di ragazzi ubriachi a tutte le ore”. Una vergogna, l’ennesima, secondo la consigliera di FdI della circoscrizione Sette Patrizia Alessi che minaccia nuove proteste a partire dai prossimi giorni.

“E’ assurdo che nessuno abbia provveduto a sgomberare quella gente – chiosa Alessi -. I negozianti si sono ritrovati le bottiglie davanti alle serrande, l’urina sulle vetrine e tanti sono stati i disagi per gli anziani che non hanno chiuso occhio. Nelle prossime ore chiederemo spiegazioni di quanto avvenuto nelle aule del consiglio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa non autorizzata nel vecchio magazzino di via Modena

TorinoToday è in caricamento