Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Nasce in città lo sportello unico per le manifestazioni

Un canale web diretto con l'amministrazione attraverso il quale poter organizzare eventi e chiedere i dovuti permessi

Organizzare eventi a Torino sarà più semplice. Nasce infatti in città lo "Sportello Unico per le manifestazioni". Uno strumento telematico tutto nuovo per la città che consentirà di avvicinare all'amministrazione i torinesi - che siano normali cittadini o associazioni, imprese e operatori culturali intenzionati a organizzare eventi e ottenere le contestuali autorizzazioni. Con un risparmio notevole di risorse e soprattutto di tempo. 

Dai grandi concerti alle piccole performance locali, dagli eventi di via alle occupazioni temporanee del suolo pubblico, dalla domanda di patrocinio all’'utilizzo del logo alla richiesta di utilizzo di materiali economali, presto sarà possibile dialogare on line, via posta certificata, direttamente con lo Sportello Unico per le manifestazioni, senza più dover affrontare le lunghe e scoraggianti attese burocratiche agli uffici. 

La piattaforma web, che sarà messa a punto nell'’arco delle prossime settimane, consentirà dal 2017, con operazioni semplificate, di accedere a griglie specifiche, ai form collegati ai regolamenti comunali, ottenendo così dai funzionari responsabili del procedimento, l’'autorizzazione in tempo breve, sempre via Pec.

Per le decisioni più complesse l’'iter è il medesimo, ma accedendo allo Sportello Unico per le Manifestazioni, i tempi saranno radicalmente contenuti e si avrà a disposizione un ufficio dedicato che seguirà il soggetto presentatore su tutte le incombenze burocratiche. Affinché la Giunta Comunale possa con appropriatezza esaminare le domanda, per quanti richiederanno il patrocinio per manifestazioni ed eventi, la richiesta dovrà essere presentata via posta certificata almeno trenta giorni prima dell’evento. 

“"Lo Sportello Unico per le manifestazioni - ha sottolineato la Sindaca Chiara Appendino - è un’'innovazione che faciliterà ildialogo tra palazzo Civico e i cittadini, abbattendo attese e indirizzando risorse verso la modernizzazione della macchina comunale”". Questo è infatti uno dei primi atti legati alla riorganizzazione della macchina comunale utilizzando principi dell’' e-management, obiettivo al quale collaborerà l’'Università degli Studi di Torino attraverso il Dipartimento di management, diretto dal professor Valter Cantino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce in città lo sportello unico per le manifestazioni

TorinoToday è in caricamento