Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Santa Rita / Piazza Carlo Montanari

"Nel giardino Demarchi di verde è rimasto solo il benzinaio"

È l'accusa della consigliera Imbesi, che con il suo Gruppo Consiliare ha proposto nuovi lavori di restrutturazione in uno dei giardini più frequentati del quartiere

Il giardino Demarchi di piazza Montanari dev’essere ristrutturato. Lo chede il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle della seconda Circoscrizione, con un’interpellanza che verrà presentata in Consiglio di circoscrizione. Il giardino, nonostante i lavori fatti pochi anni fa, vessa in uno stato inaccettabile, abbandonato all’incuria e alle deiezioni canine. 
 
“Non solo il giardino di piazza Montanari è mal curato – ha spiegato la Consigliera Serena Imbesi -, ma oltretutto i lavori che sono stati fatti qualche anno fa l’hanno ridotto a una distesa di grigio. Il suolo è stato pavimentato, e nel corso del tempo molti alberi sono stati abbattuti. Si può dire che di verde abbia solo il benzinaio. Se a questo si sommano i segni del passaggio dei molti cani che vengono portati nel giardino ogni giorno, si profila uno scenario che non è certo dei più rosei”.
 
Il parere della Consigliera è condiviso dai residenti che attraversano la piazza. “Io ho un cane – ha affermato uno di loro – ma mi preoccupo di tenere pulito lo spazio pubblico. Molti altri non lo fanno, e in alcuni orari invadono il giardino creando non solo sporcizia, ma anche eccessivo rumore che a tarda sera può infastidire chi abita nei palazzi vicini. Al pomeriggio vengono qua molti anziani signori, ed è desolante che debbano stare in un luogo senza verde, in cui dieci alberi su trenta sono stati abbattuti, e dove per terra si trova di tutto”. “Ciò che è assurdo – ha aggiunto l’uomo – è che a pochi metri da qua, su via Boston, ci sono altre due aree come questa, e una delle due ha un prato su un fianco. Ma non vi si può andare con i cani, perchè in quel parchetto ci sono sempre molti bambini, anche piccoli, e portarci dei cani creerebbe dei pericoli”. E così una moltitudine di cani si riversa ogni giorno sul parco Demarchi, non attrezzato ad ospitarli.
 
 
Ma quanto costerebbe un recinto nel parco all’angolo tra via Boston e via Gorizia? Secondo Imbesi, più del budget richiesto, se si contano le successive spese della manutenzione. Ciò potrebbe però invogliare i padroni di cani ed i loro compagni a quattro zampe a migrare verso un’area adibita all’uso specifico, lontana dalle case – il giardino è antestante a una parrocchia – e dal fastidio – che spesso diventa reciproco – degli altri residenti. Questo permetterebbe, se il giardino Demarchi venisse ristrutturato, di avere un’area verde che rimanga in buone condizioni, e che dia la possibilità a chi ne fruisce di trovarvi quel che cerca, senza che questo impedisca ad altri di soddisfare esigenze diverse dalle proprie.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nel giardino Demarchi di verde è rimasto solo il benzinaio"

TorinoToday è in caricamento