Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Mirafiori Nord / Via Paolo Gaidano, 103

Umidità, crepe e sporcizia: disagi a non finire per le palazzine di via Gaidano

Dopo anni di degrado sono state assegnate le palazzine di via Gaidano 103. Ma la sporcizia e i problemi rimangono, eredità di anni di abbandono

Erano stati assegnate ad agosto dell’anno scorso: per tutti i residenti del quartiere, sembrava che le palazzine di via Gaidano 103, dopo anni di incuria, degrado e abbandono, fosse finita una brutta pagina. E, in effetti, per i 58 alloggi dimenticati per anni nello sfacelo più assoluto ormai si respira un’aria nuova: l’Atc, dopo aver ereditato anni di devastazione, ha rimesso a posto con un lavoro di fino le palazzine, che ormai sono state assegnate, come di previsto, ai dipendenti dello Stato appartenenti alle Forze dell’Ordine. Ma qualcosa continua a non andare.

“Siamo stanchi di vivere nella sporcizia – spiega un residente – l’Atc ci deve dare un condominio in ordine, come prescritto dalla legge”. Inizia dunque l’elenco dei problemi: gli androni e le scale non hanno visto la pulizia da agosto, i contatori Enel sono senza protezione, i muri si stanno riempiendo di crepe. Anche le porte scorrevoli degli appartamenti presentano difetti: sono infatti gonfiate per l’umidità, e non riescono a scorrere nell’andito del muro. “Alcuni hanno dovuto comprarsi una nuova porta – spiega un residente – anche se siamo qui solo temporaneamente, e queste manutenzioni spetterebbero ad Atc”. Passando all’esterno, c’è il problema del “bosco” che sta crescendo nei giardini: “Lo sfalcio spetterebbe agli assegnatari degli alloggi, che attualmente sono sfitti”.

I problemi continuano, coronati dalla piaga dell’umidità: un alloggio presenta notevoli infiltrazioni, e anche nei garage la situazione non è diversa. Un posto auto è praticamente allagato. “E i difetti non sono finiti – ci viene spiegato – per incassare di più, è stato realizzato (ed assegnato) un posto auto davanti ad un’uscita di sicurezza”.

Atc fa sapere che i problemi delle palazzine sono noti, e in particolare quello delle infiltrazioni: ma le palazzine hanno difetti costruttivi da attribuire al costruttore, e non all’Agenzia Territoriale per la Casa. Intanto la situazione di via Gaidano è stata oggetto di un sopralluogo del consigliere della Due Eugenio Plazzotta (Lega Padana Piemont), che annuncia di presentare un’interpellanza: «È incredibile che dopo sei anni le palazzine siano ancora in questo stato – commenta – molti lavori andavano fatti subito, e adesso le forze dell’ordine assegnatarie vivono in condizioni non decorose”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umidità, crepe e sporcizia: disagi a non finire per le palazzine di via Gaidano

TorinoToday è in caricamento