"Sto andando a fare la spesa", ma la sua residenza è a 60 chilometri di distanza: denunciato

Non è una giustificazione sufficiente

immagine di repertorio

Se dovete fare la spesa, fate attenzione al vostro comune di residenza perché anche questo motivo potrebbe non essere sufficiente a evitare la denuncia per violazione del decreto in materia di coronavirus.

La vicenda è avvenuta a Volvera nei giorni scorsi, a metà marzo 2020. Un automobilista è stato controllato da una pattuglia della polizia locale e ha dichiarato di essere in giro per andare a fare la spesa. Il problema è che risulta residente a Usseglio, ossia a una sessantina di chilometri di distanza. In realtà abita molto più vicino e ha mantenuto la residenza in quel comune per ragioni proprie. Questo, però, non gli ha evitato la denuncia.

Anche fare la spesa, infatti, non è un motivo sufficiente per spostarsi di diversi chilometri. La si può fare, ma nel comune di residenza o al massimo in uno confinante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento