L'incendio alla Cmt riprende con vigore, ma all'alba è stato definitivamente spento

I vigili del fuoco hanno lavorato un giorno e mezzo con 14 squadre. Ora si contano i danni e si cercano le cause

Un momento delle operazioni di spegnimento

E' ripreso con vigore ieri sera, ma è stato definitivamente spento all'alba di questa mattina, venerdì 7 aprile 2017, l'incendio delle tonnellate di rifiuti stoccate fuori dalla Cmt di strada Carignano a La Loggia.

Alcune delle 14 squadre dei vigili del fuoco che hanno lavorato nell'area per un giorno e mezzo saranno impegnate, nella giornata di oggi, nello smassamento dei resti del rogo.

La procura di Torino ha aperto un fascicolo, al momento di atti relativi (senza indagati né ipotesi di reato) per scoprire le cause che hanno portato a divampare le fiamme. Verrà affidato a uno dei componenti del pool del procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo.

L'ipotesi prioritaria è che a innescare il rogo sia stato un corto circuito di un mezzo operativo utilizzato per spostare i rifiuti all'interno dello stabilimento. Il veicolo era stato visto in fiamme da un dipendente qualche minuto prima che le fiamme raggiungessero i rifiuti e, in particolare, l'area degli ingombranti: materassi, masserizie in diversi materiali (plastica, legno), rifiuti di materiale plastico già confezionati in balle, stoffe, imballaggi sciolti.

I tecnici dell'Arpa hanno effettuato (dalle 18.30 alle 21 di mercoledì 5) una serie di una serie di misure di inquinanti tipici provenienti da combustioni incontrollate (monossido di carbonio, sostanze organiche volatili, acido cianidrico, cloro, ammoniaca), nel territorio dei comuni limitrofi all’epicentro dell’incendio (La Loggia, Nichelino, Moncalieri, Trofarello) cercando di individuare le eventuali aree di ricaduta. In alcuni punti è stato riscontrato il tipico odore di plastica bruciata, ma i valori strumentali sono sempre stati al di sotto dei limiti di rilevabilità. A Torino, invece, c'è stato esclusivamente un problema di cattivi odori, fastidiosi ma certamente non pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento