menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I giocatori dell'Auxilium festeggiano la conquista della Coppa Italia

I giocatori dell'Auxilium festeggiano la conquista della Coppa Italia

Che fine hanno fatto le coppe dell'Auxilium? Sono svanite nel nulla

Il curatore fallimentare presenta denuncia

Che fine hanno fatto le coppe vinte dall’Auxilium Torino? La società cestistica subalpina, fallita da poco tempo (con un passivo di almeno 3 milioni di euro, ndr), è ora gestita dal curatore fallimentare, che sta facendo la conta di tutti i beni a disposizione.

E tra i beni mancavano anche la coppa vinta per il passaggio dall’A2 alla A1 nel 2015 e la 'mitica' Coppa Italia vinta in finale contro Brescia nel 2018

Il curatore fallimentare, Valter Bullio, il 15 luglio 2019 ha ottenuto quelle due coppe, consegnate dall’ex patron, il notaio Antonio Forni.

Peccato siano solamente delle copie, che Forni stesso custodiva gelosamente nella sua cassaforte, nella sua abitazione. 

Le originali, al momento, sono sparite. E nessuno sa esattamente dove siano. E chi le abbia.

E così, lo stesso curatore dovrà per forza di cose proseguire con la denuncia in procura per sottrazione di beni fallimentari, già presentata alcuni giorni fa.

Le due coppe, che non hanno un valore economico, potranno essere messe all’asta o acquistate dalla neo-costituita Torino Basketball Club, sorta dalle ceneri dell’Auxilium grazie alla Dinamo Academy Cagliari e alla Reale Mutua.

E se la denuncia procede, procede anche l’attività del curatore fallimentare: il 29 ottobre 2019 è prevista l’adunanza dei creditori che vorranno ottenere i propri soldi. Tra questi, giocatori, banche e fornitori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento