L'(ex) aspirante notaio ci ricasca ancora: sorpreso a vendere cocaina e arrestato

Stessa sorte anche per il cliente

immagine di repertorio

Aveva già fatto parlare di sé nel 2017 per le stesse ragioni. Allora, però, era un impiegato in uno studio notarile della città, nonché promettente aspirante notaio in uno studio del centro città. E qui esercitava la sua attività di spacciatore di cocaina negli ambienti della Torino bene.

Ieri, lunedì 16 settembre 2019, l'uomo, un 36enne di Grugliasco (dopo una condanna in primo grado a tre anni e quattro mesi di reclusione), è stato nuovamente pizzicato, questa volta in corso Sebastopoli. Questa volta aveva appena ceduto una busta con 20 grammi di cocaina a un cliente che è stato arrestato insieme a lui dagli agenti della squadra mobile, in quanto la quantità è decisamente superiore alle dosi previste per l'uso personale. A casa, oltre a tutto il necessario per il confezionamento delle dosi, è stata trovata una seconda busta con 20 grammi di cocaina.

Dopo il licenziamento dallo studio notarile conseguente al suo primo arresto, lui non ha trovato alcun'altra professione da svolgere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Donna perde il treno e per protesta occupa i binari: quasi un'ora di stop per tutti i convogli

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento