Spacciatori padroni di Porta Palazzo, nuova denuncia dei comitati

Nuovo grido d'allarme delle associazioni e dei comitati che gravitano intorno al mercato di piazza della Repubblica. Segnalati problemi con tossici, scippatori e spacciatori

Spacciatori e tossicodipendenti. Ma anche tassisti abusivi e borseggiatori. Porta Palazzo continua ad essere un’incredibile area di scambio al servizio del degrado. Tra i banchi degli ambulanti si radunano in massa decine di persone, per consumare la droga venduta dai pusher che stazionano 24 ore su 24 nella piazza. A spiegare cosa ancora non funziona sono proprio i residenti e i commercianti, costretti ad assistere ogni giorno ad interminabili scene di spaccio e a liti tra tossici in astinenza. Questi ultimi, una volta comprata la dose, si appostano dietro le macchine.

Si radunano in due, quasi a volersi coprire le spalle l’un con l’altro. Restano poi circa dieci o quindici minuti accovacciati, il tempo necessario per iniettarsi la dose. Finito il divertimento se ne vanno lasciando per terra la solita scia costituita siringhe e fazzoletti sporchi di sangue. E non mancano gli atti vandalici, riconducibili proprio ai tossici: specchietti danneggiati, magari per futili motivi, e vetri rotti in cerca di quelle moneta. “Si sono portati via due auto di grossa cilindrata” racconta Carmelo Lavuri a capo delle associazioni e dei comitati che gravitano intorno a Porta Palazzo.

Le sentinelle del borgo hanno così deciso di far partire una nuova denuncia indirizzata alla Procura della Repubblica. Una protesta firmata da quelle persone che dopo le sette di sera non escono di casa per paura di subire una rapina da parte di qualche delinquente. Ma non solo droga. I firmatari denunciano anche il suk abusivo del sabato e della domenica. “A Porta Palazzo l’abusivismo è consentito. Ma noi non vogliamo un quartiere dove l’illegalità calpesti i sogni e le speranze delle future generazioni” commenta una delle tante vittime di questa storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento