Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Usa i clienti come autisti per spacciare droga, denunciato baby pusher

Il ragazzo minorenne è stato individuato nell'abito di un'inchiesta che ha permesso di stroncare un ingente traffico di droga tra Torino e Chieri

Senza patente perchè minorenne, utilizzava i propri clienti, contattati tramite whatsapp, per spostarsi tra Chieri e Torino e spacciare sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, un gabonese di 16 anni, denunciato dai militari, prenotava l'auto (del cliente) e l'autista: la paga variava a seconda del tempo di utilizzo del mezzo (dieci euro e una o più dosi di cocaina per ogni corsa). Secondo quanto accertato dai carabinieri di Chieri, spesso le consegne di droga avvenivano con le auto dei tassisti abusivi, i cosiddetti "cabu cabu".

Lo straniero è stato individuato nell'abito di un'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore di Torino Smeriglio che ha permesso di stroncare un ingente traffico di droga tra Torino e Chieri. Solo pochi giorni fa, infatti, i militari avevano arrestato uno spacciatore senegalese con la mania per le scarpe da ginnastica. L'uomo, in grado di soddisfare fino a 100 clienti al giorno, si faceva lasciare in pegno da questi - quando erano senza soldi - telefoni cellulari, televisori o scarpe da ginnastica.

Nell’ambito della stessa attività i carabinieri avevano denunciato a piede libero un gabonese di 15 anni, dipendente del pusher, per detenzione di due ovuli di cocaina e uno studente chierese di 28 anni per produzione di marijuana. A casa del ragazzo, i militari avevano trovato 9 piante di canapa indiana, un bilancino di precisione, un rotolo di pellicola trasparente e somma contante di 505 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa i clienti come autisti per spacciare droga, denunciato baby pusher

TorinoToday è in caricamento