Spaccia a una ragazza, poi per farsi pagare minaccia la madre: "Ti succhio il sangue con la cannuccia"

Arrestato per svariati reati

immagine di repertorio

"Ti succhio il sangue con la cannuccia". È la minaccia rivolta da un italiano di 44 anni residente a Lanzo Torinese a una negoziante, sua concittadina, tra il settembre 2017 e il maggio 2018. La colpa della donna era non avere pagato le dosi di droga che lui aveva ceduto alla figlia minorenne e al fratello. Con le minacce l'uomo era riucito a estorcerle 6.500 euro. Tutto, però, è finito la mattina di sabato 20 aprile 2019 quando l'estorsore è stato arrestato dai carabinieri, su ordine di custodia cautelare spiccato al giudice Stefania Cugge del tribunale di Ivrea, a Laureana di Borrello (Reggio Calabria), dove si era rifugiato forse proprio subodorando l'arresto.

L'uomo è accusato anche di avere commesso dei furti nella casa della sua ex convivente e di avere nascosto 2,9 chili di hashish (29 panetti da 100 grammi) in una cabina telefonica di servizio, sequestrati nel corso delle indagini come una cartuccia, una pistola ad aria compressa, tre biciclette e tre carte d’identità che sono poi risultate rubate a Rivoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento