Cronaca Barca / Strada di Settimo

Spaccate in decine di negozi del Nord-Ovest, la banda del mattone aveva la sua sede a Torino

Molta della refurtiva è stata recuperata in un magazzino di strada Settimo. Cinque ladri arrestati, denunciati due custodi

immagine di repertorio

E' stato individuato a Torino, nella zona di strada Settimo, il magazzino che veniva utilizzato da una banda di ladri che hanno effettuato decine di spaccate ai danni di negozi di ogni tipo in Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta.

I carabinieri e la polizia di Cuneo, coordinati dal sostituto procuratore Attilio Offman, hanno arrestato quattro romeni e un moldavo, tutti di età compresa tra 28 e 30 anni e residenti a Torino, accusati di concorso in furto aggravato e ricettazione. Denunciati anche i due custodi del magazzino.

L’indagine, durata sei mesi, era iniziata la notte dell’11 maggio scorso quando fu colpito un negozio d’abbigliamento griffato in corso Nizza a Cuneo, la cui vetrina era stata spaccata con un grosso mattone, fuggendo poi su un'auto di grossa cilindrata con la refurtiva, il cui valore era di 15mila euro. La notte del 26 agosto lo stesso negozio fu preso d'assalto la seconda volta.

I cinque, rinchiusi nel carcere di Torino, devono rispondere anche di furti di auto nuove o a km zero ai danni di concessionarie di Torino e Cuneo (i veicoli sono stati recuperati), furti di altre auto utilizzate per effettuare le spaccate e ricettazione di refurtiva sottratta in negozi ad Alba.

Nel corso delle indagini è stata sventata anche una rapina ai danni di una gioielleria di Albenga che due dei componenti della banda stavano per compiere.

Sono in corso accertamenti su ulteriori colpi, per oltre mezzo milione di euro di valore, messi a segno in negozi di pelletteria e abbigliamento griffati, aziende, concessionari auto e negozi di telefonia ad Alba, Busca, Torino, Asti, Courmayeur, Savona, Albenga e Alassio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccate in decine di negozi del Nord-Ovest, la banda del mattone aveva la sua sede a Torino

TorinoToday è in caricamento