Spaccata nel bar dieci giorni dopo un altro furto: ladro arrestato

Denunciata la complice-palo

Il bar Posta di corso Taranto, vittima della spaccata

Un italiano di 42 anni è stato arrestato per furto aggravato dagli agenti del commissariato Barriera di Milano, mentre una donna è stata denunciata per lo stesso reato nella tarda serata di domenica 19 maggio 2019 dopo una spaccata nel bar Posta corso Taranto.

Alcune persone hanno indicato agli agenti l’uomo che si stava allontanando lungo via Porpora dove è stato fermato. Quest’ultimo, con la copertura della donna che faceva da palo, poco prima aveva infranto la vetrina del bar. Il rumore, però, aveva destato l’attenzione di alcune persone presenti in zona. Il 42enne, accortosi di essere stato notato, si era dileguato, venendo però bloccato dai poliziotti.

Solo pochi giorni fa l'uomo era stato denunciato per un furto commesso in un bar di piazza Derna a metà marzo. Nella circostanza, il 42enne aveva divelto con una sbarra la porta d’accesso dell’esercizio e si era impossessato di alcuni prodotti. L’uomo era stato poi riconosciuto, durante un controllo, da un poliziotto che aveva visionato le immagini del sistema di videosorveglianza del bar.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

Torna su
TorinoToday è in caricamento