Il figlioccio vince il concorso: nei guai l'ex comandante torinese

Sospeso dall'incarico per 45 giorni

Il comandante Vergante

Il comandante della polizia locale di Monza Pietro Vergante, ex vicecomandante a Torino e comandante a Rivoli, sarà sospeso dal servizio per 45 giorni, senza stipendio. Lo ha deciso l’ufficio procedimenti disciplinari che ha esaminato il concorso della polizia locale in cui il figlioccio di Vergante è risultato il candidato con il punteggio più alto. Non è tutto: dopo la sospensione dal servizio Vergante non riprenderà servizio presso il comando di via Marsala perché ha "presentato una richiesta volontaria di dimissioni per collocamento a riposo", precisano dal comune con una nota.

Pietro Vergante è stato per molti anni vicecomandante a Torino e per 8 anni comandante della polizia locale di Rivoli, da dicembre 2009 a febbraio 2017 quando lasciò l’incarico passando alla polizia locale di Monza. 

Pietro Vergante sospeso dalla polizia locale di Monza: le motivazioni

Secondo l'ufficio provvedimenti disciplinari il comandante avrebbe violato i commi 1,3 e 4 dell’articolo 6 del codice di comportamento del comune riferito al codice disciplinare dei dipendenti pubblici, che sancisce l'obbligo di “comunicare immediatamente e per iscritto, al proprio superiore gerarchico di riferimento l'insorgenza di una causa di incompatibilità che determini l’impossibilità a partecipare all'adozione della decisione o allo svolgimento dell’attività, corredata della motivazione che ne richiede l’astensione”.

Non è la sola sospensione decisa dalla commissione che ha comminato una sanzione pari a 10 giorni di sospensione dal servizio per Antonino Tommaso, sanzione scattata per la vicenda legata alla partecipazione ai funerali di un congiunto di Vergante da parte di una delegazione di agenti, episodio per il quale anche Vergante è stato sospeso per un ulteriore giorno dal servizio. 

 Leggi la notizia completa su Monzatoday 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento