Cronaca

Torino-Lione, emergenza Covid-19: turni e scavi ridotti nei cantieri

Messa in sicurezza dei cantieri e smartworking

Il Coronavirus rallenta anche i cantieri della linea ad alta velocità Torino-Lione. Telt-Tunnel Euralpin Lyon Turin, la società responsabile dei lavori si adatta quindi alle disposizioni dei due Governi, rimodulando le attività in corso in Italia e in Francia per la costruzione del tunnel di base. Per preservare la salute dei lavoratori, le imprese hanno riorganizzato i turni riducendo i lavori di scavo a Saint-Martin-La Porte e fermato quelli all’imbocco della galleria a Saint-Julien-Montdenis.

Si tratta di un arresto temporaneo in attesa che il superamento dell’attuale fase acuta del contagio consenta di riprendere i lavori a pieno ritmo. Telt da parte sua ha avviato le procedure per la messa in sicurezza di tutti i sei cantieri attivi, dove resta garantita la manutenzione, e la sanificazione dei locali, come già fatto a Chiomonte nelle scorse settimane.

Per seguire l’evolversi della situazione e far fronte a tutte le necessità connesse, Telt ha istituito un Comitato di emergenza e attivato, dall’inizio di marzo, lo smartworking per tutti i dipendenti nei due Paesi. Grazie al supporto delle infrastrutture digitali il promotore pubblico prosegue il funzionamento, anche adottando soluzioni che consentano il regolare svolgimento delle gare di appalto in corso per un valore di oltre 3 miliardi di euro.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino-Lione, emergenza Covid-19: turni e scavi ridotti nei cantieri

TorinoToday è in caricamento