Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Piemontese dell'anno (2013): 14 le nomination, un solo vincitore

La nostra redazione, avendo seguito le notizie di Torino e Piemonte dell'ultimo anno, si è riunita per capire quali personalità mettere "in concorso" e far gareggiare per il titolo. Ecco dunque i possibili "Piemontesi dell'Anno"

Il 2013 sta per finire, e la redazione di TorinoToday vuole proporre un piccolo gioco ai lettori: un semplice sondaggio, per capire chi, secondo i visitatori del nostro sito, può essere elevato a “Piemontese dell’Anno”. La nostra redazione, avendo seguito le notizie di Torino e Piemonte dell’ultimo anno, si è riunita per capire quali personalità mettere “in concorso” e far gareggiare per il titolo. Ecco dunque i possibili “Piemontesi dell’Anno”:

Giancarlo Caselli, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Torino, prossimo alla pensione

Arturo Brachetti, famoso attore e “trasformista”

John Elkann, imprenditore, attuale presidente della Fiat Spa

Antonio Conte, allenatore della Juventus

Piero Fassino, sindaco di Torino, a metà mandato

Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte

Valeria Straneo, atleta e maratoneta

Oscar Farinetti, fondatore di Eataly

Ernesto Olivero, fondatore del Sermig, del quale ricorrono quest’anno i 30 anni

Rachid Khadiri Abdelmoula, il neo-laureato diventato celebre per aver ottenuto il titolo vendendo accendini

Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, per l'impegno verso i poveri

Gian Maria Ajani, nominato rettore dell’Università di Torino

Angelica Musy, per la forza del perdono dimostrata e per aver creato il fondo in memoria del marito, Alberto

Emma Bonino, nominata ministro degli Esteri

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Caricamento in corso ...

Sondaggio

Il Piemontese dell'anno 2013

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piemontese dell'anno (2013): 14 le nomination, un solo vincitore

TorinoToday è in caricamento