rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca San Donato / Via Livorno

Circoscrizione IV, è ripartito il progetto "Solidarietà in San Donato"

Sono 44 i giovani profughi, fuggiti dai paesi d'Africa in guerra, che si occupano di tenere pulite le aree giochi dei bambini e i giardini della zona di Spina 3

Alla Circoscrizione IV di Torino non si sta mai fermi. Da aprile è di nuovo attivo infatti un progetto lanciato sul territorio qualche anno fa. Si tratta di "Solidarietà in San Donato", un piano di lavoro che coinvolge 44 giovani provenienti dai paesi d'Africa in guerra, ospiti della cooperativa sociale "L'isola di Ariel" di via Aquila.

Da aprile fino ad ottobre, questi ragazzi - per lo più provenienti da Guinea, Gana e Nigeria - dopo un breve corso di formazione, collaboreranno a tenere pulita l'area del Basso San Donato, occupandosi della cura delle aree verdi e delle aree gioco dei bambini. E lo faranno per ricambiare la Città dell'ospitalità loro offerta.

La Circoscrizione IV ha ideato "Solidarietà in San Donato" in collaborazione con l'Amiat che si è impegnata a fornire ai volontari la strumentazione necessaria quali scope, pinze, sacchi e scarpe antinfortunistiche. Inoltre, chi è coinvolto in questa attività, è facilmente identificabile sul territorio grazie alla pettorina fluorescente gialla che indossa durante le ore di lavoro.

I giovani sono suddivisi in 4 squadre da 11 componenti che si alternano, per tre giorni a settimana, nella pulizia delle strade e dei giardini di Spina 3, compresi cioè tra corso Umbria e via Livorno, dirigendosi verso via Fossano e dall'altra parte, salendo fino a via San Donato. Iniziano a lavorare alle 9 e staccano alle 12 e durante la loro attività sono coordinati da alcuni responsabili di Circoscrizione che ne supervisionano il lavoro e che li accompagnano.

Tra loro Gualtiero Bartozzi assicura che l'iniziativa è stata accolta con gioia da questi giovani di lingua francofona e anglofona, felici di sentirsi utili e in qualche modo di sdebitarsi con la Città di Torino. E Bartozzi non nasconde nemmeno il suo entusiasmo: " Questo progetto è importante per la sua doppia valenza - spiega -: è utile a questi ragazzi per una giusta integrazione con la nostra società ed è utile alla cura del quartiere. Inoltre può aiutare la comunità a percepire queste persone come delle risorse, non come dei pesi".   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circoscrizione IV, è ripartito il progetto "Solidarietà in San Donato"

TorinoToday è in caricamento