Arrestato il “social pusher” 28enne, trovati 36mila euro in contanti nella sua abitazione

Prendeva le ordinazioni attraverso i social network poi spacciava in piazza Santa Rita

Immagine di repertorio

Conduceva l’attività di spaccio nei pressi di Piazza Santa Rita, ma le ordinazioni avvenivano solo attraverso i social network (Snapchat e Facebook) e tramite un account con un nickname di fantasia.

Dopo essere venuti a conoscenza dell’attività illecita condotta dal 28enne italiano, gli agenti della Squadra Volante hanno perquisito la sua abitazione. A casa del giovane “social pusher” hanno rinvenuto quasi 200 grammi di sostanza stupefacente tra marijuana e hashish, oltre all’occorrente per il confezionamento delle dosi: bilancino di precisione, una bobina di cellophane e sacchetti multiuso.

Inoltre, all’interno di una cassettina metallica, nascosta in una scatola di scarpe sistemata nel ripostiglio, gli agenti hanno trovato e sequestrato denaro contante per oltre 36.000 euro.

Alla luce dei fatti, il giovane cittadino italiano è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.       
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento