menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Giovani reclutati sui social network per lavorare in nero: la scoperta dei finanzieri

Poi tutti regolarizzati

I Finanzieri del Gruppo Torino hanno constatato che quasi l’intero staff di un autolavaggio, nei pressi di Corso Giulio Cesare a Torino, prestava la propria opera totalmente “in nero”. Si tratta di 9 lavoratori esposti, in tal modo, ad elevati rischi in termini di sicurezza e di garanzie assistenziali. Il personale irregolarmente impiegato, tutto giovanissimo, veniva reclutato sui più famosi social network ed utilizzato nelle più molteplici mansioni.

Oltre alle gravi responsabilità inerenti l’assunzione del personale, sono state riscontrate anche anomalie contabili ed amministrative, ora al vaglio degli inquirenti. La titolare, una 25enne di origine rumena, è stata sanzionata per oltre 15.000 euro e rischia anche la sospensione dell’attività. 

L’intervento della Guardia di Finanza ha indotto, infine, la titolare dell'autolavaggio alla regolarizzazione dei dipendenti i quali hanno quindi potuto beneficiare, così come previsto dalla legge, di una regolare assunzione e di un’adeguata copertura assicurativa.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento