Coppia bloccata in casa dalla neve, i carabinieri la raggiungono a piedi

Era isolata anche dal blackout

immagine di repertorio

Gesto di cuore dei carabinieri la sera dello scorso martedì 9 gennaio 2018 per soccorrere una coppia di coniugi, lui di 71 anni e lei di 66 anni, rimasti bloccati in casa dalla neve nella borgata Fontane, a Salza di Pinerolo, a un'altitudine di 1.400 metri.

La neve, alta 70 centimetri, ha reso impercorribile con i mezzi la strada che dalla piazzetta della borgata conduce alla loro abitazione e ha impedito, nonostante i ripetuti tentativi da parte del sindaco Ezio Sammartino, ogni comunicazione telefonica: un blackout aveva infatti reso inutilizzabile il telefono fisso cordless della loro abitazione, l’unico in loro possesso.

A quel punto, al fine di assicurarsi che stessero bene, il comandante della stazione di Perrero, competente sul comune di Salza di Pinerolo, e un suo militare, si sono avventurati a piedi nella neve fino a raggiungere l’abitazione dei due coniugi. Una volta giunti, li hanno trovati all’interno dell’abitazione incolumi, con una piccola torcia elettrica per illuminare l’interno e una stufa a legna per riscaldarsi. I militari si sono accertati che i due avessero sufficienti scorte alimentari, medicinali e legna per riscaldarsi e hanno dato loro un telefono funzionante anche senza elettricità. Poi sono tornati in caserma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento