Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Smog in crescita a Torino, varato un piano straordinario

La Giunta comunale di Torino ha varato un piano per interventi straordinari per ridurre il traffico in città e di conseguenza lo smog

La Città di Torino ha affrontato il tema della qualità dell’aria proponendo dieci interventi di carattere strutturale che intende perseguire nel tempo per dare una risposta concreta e non sporadica alla necessità di ridurre l’impatto delle sostanze inquinanti. Lo sviluppo della metropolitana e il miglioramento del trasporto pubblico, la crescita del sistema di piste ciclabili e del bike sharing, la realizzazione nuove aree pedonali, l’incremento della rete di teleriscaldamento, la definizione di un sistema di trasporto pulito delle merci in città, la riqualificazione energetica dei palazzi comunali e del patrimonio edilizio privato sono in sintesi i temi sui quali la città si è impegnata a sviluppare progetti innovativi in grado di dare risposte strutturali al problema dell’aria inquinata (per un approfondimento https://www.comune.torino.it/ambiente/bm~doc/piano-antismog-10-punti-2.pdf).

L’assessore Enzo Lavolta ha presentato i dati raccolti dagli uffici della divisione Ambiente sulla situazione dell’aria torinese nel 2011, che evidenziano un’inversione di tendenza negativa nel positivo trend che fino al 2010 aveva visto ridursi anno dopo anno le medie annuali di Pm10 e il numero di superamenti nelle cinque centraline di rilevazione: +21% la differenza delle medie annuali, +25% la differenza del numero di superamenti della soglia di 50 mcg/mc. Una tendenza che è perdurata nei primi mesi del 2012. La relazione complessiva è visibile al link https://www.comune.torino.it/ambiente/news/situazione-qualita-aria.shtml.


Se quindi il piano di interventi strutturali prosegue con benefici che non si raccoglieranno nell’immediato, occorre integrarlo con alcuni provvedimenti stagionali e straordinari. L’assessore Lavolta ha presentato al sindaco e all’assessore Lubatti, competente per l’area metropolitana, alcune proposte in questa direzione allo scopo di portarle al tavolo di confronto con i comuni confinanti e con la provincia di Torino come stimolo per la discussione. Si è dunque orientati alla definizione di un piano unico per tutto il Torinese, condiviso da tutte le Amministrazioni locali, per una riduzione del traffico veicolare che contempli limitazioni di alcune specifiche categorie di veicoli. Il piano non toccherà le attività di trasporto merci, oggetto di un confronto sulla realizzazione di un sistema di consegna con mezzi a trazione elettrica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog in crescita a Torino, varato un piano straordinario

TorinoToday è in caricamento