Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Slow Food: "Contro gli sprechi alimentari, ridare valore al cibo"

Il 42% degli sprechi avvengono tra le mura di casa. Bisogna per questo continuare a lavorare, anche per incrementare gli acquisti moderati

Restituire centralità e valore al cibo, a chi lo produce e a chi lo mangia. E' quanto sostiene Francesco Mele, che è responsabile della campagna contro gli sprechi alimentari di Slow Food.

I dati continuano in questo ad essere allarmanti: Mele ricorda che il 42% degli sprechi alimentari in Europa avverrebbero in casa. Dunque c'è molto da lavorare sul cittadino, e la crisi economica sta sì facendo diminuire la percentuale, ma non abbastanza.

Mele comunica di aver apprezzato le parole del ministro Orlando, che ha sottolineato l'importanza di produrre usando meno risorse, coinvolgendo i cittadini in attività di formazione. L'ora è arrivata, secondo Mele, perché vendita diretta e acquisti moderati tornino ad essere "comportamenti più frequenti, facili e convenienti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slow Food: "Contro gli sprechi alimentari, ridare valore al cibo"

TorinoToday è in caricamento