Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

La perizia non è pronta, il processo a Furchì riprende il 5 dicembre

E' stata richiesta una proroga per la ripresa del processo a Francesco Furchì, fino ad oggi formalmente imputato del tentato omicidio del consigliere comunale Alberto Musy

La data della ripresa del processo a Francesco Furchì, l'uomo accusato di aver attentato alla vita del consigliere comunale Alberto Musy, slitterà al 5 dicembre.

Il perito nominato dal tribunale, che deve stabilire se si può avere un nesso fra l'aggressione al capogruppo dell'Udc e la morte, avvenuta dopo diciannove mesi di coma, ha avanzato la richiesta di una proroga di alcuni giorni perché - come ha egli stesso spiegato - non è stato possibile esaminare tutta la vasta documentazione, specialmente quella che riguarda le cartelle cliniche, che in quel caso non gli erano state mandate.

Fino ad oggi, Francesco Furchì, unico indagato per l'aggressione di via Barbaroux, resta formalmente imputato di tentato omicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La perizia non è pronta, il processo a Furchì riprende il 5 dicembre

TorinoToday è in caricamento