Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Sla fra gli agricoltori, la causa potrebbe trovarsi nei pesticidi

Nel 2011, in Piemonte, sono stati diagnosticati 123 casi di sindrome laterale amiotrofica solo fra gli agricoltori. Una diffusione atipica, che potrebbe spiegare anche i casi fra i calciatori

 

Nel 2011 sono stati diagnosticati in Piemonte 123 casi di sclerosi laterale amiotrofica tra gli agricoltori, con un'incidenza di gran lunga superiore alla media. E' quanto emerge da un fascicolo di atti relativi aperto dalla Procura di Torino. La magistratura ha scoperto la circostanza incrociando le schede di dimissione ospedaliera con i dati in possesso dell'Inps. L'ipotesi di lavoro del pm Raffaele Guariniello è che la Sla, patologia fortemente invalidante, incurabile e fin qui molto diffusa tra gli ex calciatori, sia dovuta al contatto con pesticidi.
 
L'ipotesi è in fase di analisi da parte dei consulenti del pm Guariniello. Se fosse confermata, vi sarebbe, indirettamente, anche una spiegazione per la diffusione della malattia tra i calciatori, in quanto spesso i manti erbosi dei campi sportivi vengono trattati con i medesimi pesticidi. Lo stesso procuratore torinese, infatti, aveva accertato, all'inizio dello scorso decennio, ben 43 casi di Sla su 30.000 calciatori presi in esame, con un'incidenza quasi 24 volte superiore al dato riscontrabile nella popolazione.
 
Tra le vittime c'è l'ex capitano del Genoa, Gianluca Signorini, mentre tra coloro che stanno combattendo contro il morbo c'è Stefano Borgonovo, ex attaccante di Como, Milan e Fiorentina. Quello sul 2011 è il primo accertamento svolto sugli agricoltori. L'analisi potrà essere estesa nei prossimi mesi sia alle annate precedenti sia ad altre regioni allo scopo di verificare se vi sia la medesima incidenza.
 
(ANSA)

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sla fra gli agricoltori, la causa potrebbe trovarsi nei pesticidi

TorinoToday è in caricamento