I sindaci NoTav scrivono al Premier Renzi "Non ci sono requisiti tecnico-amministrativi"

Una lunga nota articolata in otto pagine per sostenere la tesi secondo cui il progetto della linea ad altà velocità Torino-Lione non sarebbe fattibile per diverse criticità progettuali inviata anche al governatore del Piemonte e ai ministri Galletti e Lupi

I sindaci della ValSusa e il Movimento NoTav hanno inviato congiuntamente al primo ministro Matteo Renzi una nota di otto pagine in cui viene sostenuta la tesi di mancanza dei "requisiti tecnici e amministrativi per l'approvazione al Cipe". Destinatari della nota anche il presidente della regione Piemonte Chiamparino, alla Corte dei Conti, ai due ministri Lupi e Galletti e ai dirigenti ministeriali e regionali. 

Tra le altre cose nella nota si legge anche che "Il progetto definitivo dell'opera completa non esiste costi nessuno li sa e il Cipe non è in grado di dire quanto deve pagare lo Stato". Secondo quanto sostenuto dai sindaci e dal Movimento NoTav mancherebbe l'importo certificato dell'opera ed inoltre le prescrizioni non sarebbero state rispettate. "Tirando le somme - conclude l'articolata nota - mancano tutti i requisiti tecnici e amministrativi per l'approvazione al Cipe". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento