Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Minacciati di licenziamento per aver denunciato "atto illegittimo"

Tre dipendenti dell'Inps a Torino, rappresentanti sindacali, sarebbero stati minacciati dall'ente di licenziamento senza preavviso per avere denunciato "un atto illegittimo del capo del personale"

Tre rappresentanti sindacali sarebbero stati minacciati di licenziamento da parte dell'Inps, l'ente per cui sono dipendenti, per avere denunciato "un atto illegittimo del capo del personale", l'autorizzazione "per se stesso di un prestito da 155 mila euro, superiore di 64 mila euro il massimo consentito ad un dirigente generale".

E' quanto sostiene l'Usb del Piemonte, annunciando che il provvedimento disciplinare verrà discusso mercoledì prossimo. "Invece - scrive l'Usb - di prendere provvedimenti verso questo uso quantomeno disinvolto di denaro pubblico da parte del dirigente, l'Inps apre un procedimento disciplinare verso i tre delegati. Si è trattato - prosegue il sindacato di base - di un attacco rabbioso e spropositato, con o scopo di tagliare alla radice il dissenso ed impedire a Usb di continuare a denunciare le tante illegittimità".


Il coordinamento regionale Usb del Pubblico Impiego ha convocato, in concomitanza con la discussione dei procedimenti disciplinari, un'assemblea di tutti i lavoratori dell'Inps. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciati di licenziamento per aver denunciato "atto illegittimo"

TorinoToday è in caricamento