Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Sigarette elettroniche, trovate tracce di benzene a Torino

Conteneva benzene una delle partite di sigarette elettroniche sequestrate a Torino dai carabinieri del Nas nei mesi scorsi. E' quanto hanno scoperto i consulenti del pubblico ministero Raffaele Guariniello

Negli scorsi mesi i Carabinieri hanno sequestrato centinaia di confezioni si sigarette elettroniche e di ricariche delle stesse. L'analisi di queste da parte dei Carabinieri del Nas ha portato a scoprire che una delle partite conteneva benzene, un composto chimico cancerogeno.

La relazione è stata girata al pubblico ministero Raffaele Guariniello, che da tempo ha aperto inchieste sulla presunta pericolosità delle sostanze contenute nelle ricariche. Secondo quanto si apprende il benzene è presente in una sola marca, mentre in tutte le marche sequestrate sono stati rilevati altri composti tossici.

La molecola rilevata durante le analisi si chiama acetaildeide. Dopo la vaporizzazione, in seguito a una reazione chimica di pirolisi a partire da glicerina, è possibile rilevare la stessa acetaldeide e anche l'acroleina, che in sanità è ritenuta "sostanza tossica per il fegato e irritante per la mucosa gastrica".

Oltre alla acetaildeide, sono state trovate tracce di aromi alimentari che sono disciplinati come additivi commestibili ma non come sostanze inalabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette elettroniche, trovate tracce di benzene a Torino

TorinoToday è in caricamento