Il cane Sid è innocente: ha morso il suo educatore dopo la morte

Forse voleva svegliarlo

Il cane Sid con Davide Lobue: i numerosi morsi gli sono stati inferti dopo la morte

Sid, il cane bull terrier sospettato di avere provocato la morte del suo educatore, Davide Lobue, 26enne di Rivoli, trovato morto la sera di sabato 18 novembre 2017 a Monteu da Po, è innocente. Non ha sbranato il ragazzo ma lo ha morso ripetutamente dopo che era morto, probabilmente per cercare di svegliarlo.

L'autopsia, eseguita oggi dal medico legale Roberto Testi, incaricato dal pm Daniele Iavarone titolare dell'inchiesta giudiziaria, ha stabilito che il ragazzo è deceduto per cause probabilmente naturali (resta ancora tecnicamente aperta la via della morte per cause tossicologiche, per il cui accertamento saranno necessarie tre settimane, ma naturalmente se così fosse l'animale non avrebbe alcuna colpa).

Nessuno dei numerosi morsi inferti da Sid, inoltre, era in punti vitali: se anche fosse stato stato aggredito da vivo, l'educatore non sarebbe morto a causa del cane. 

L'animale è ancora formalmente sotto sequestro in un canile di Settimo Torinese, ma dovrebbe venire restituito al suo proprietario, che lo aveva affidato a Lobue per andare a seguire un concerto a Milano.

Anche l'ipotesi di omicidio volontario formulata 'tecnicamente' dalla procura di Ivrea pare pronta per essere abbandonata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento