rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Carmagnola

Carmagnola si organizza per una Sagra del peperone più sicura

Niente vetro e più controlli

Partirà il primo settembre, con un concerto e un'esibizione di danze latino-americane, "Peperò", la 68 kermesse di Carmagnola, che da quest'anno diventa Sagra, dedicata al peperone. Ma in questa edizione, anche qui, come in tutti i grandi eventi che radunano tante persone, e a Carmagnola se ne attendono 250mila, si darà particolare importanza all'aspetto della sicurezza.

Niente vetro e controlli ai varchi 

Il sindaco di Carmagnola, Ivana Gaveglio, ha emesso un'ordinanza che vieta l'introduzione, la vendita, la somministrazione di bevande in contenitori di vetro nell'area della sagra, negli orari di apertura della manifestazione.

Inoltre sono state predisposte misure di sicurezza per l'accesso e il deflusso del pubblico in "area Fiera", come previsto dalla normativa vigente e dalle direttive del Ministero dell'Interno, del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e del Capo della Polizia emanate negli ultimi due mesi, in seguito ai fatti di piazza San Carlo, e che impongono agli organizzatori degli eventi di attenersi ad una serie di disposizioni.

"Carmagnola, città sicura"

Misure verificate dal Comune insieme alla Questura, durante un sopralluogo. " Ai varchi di accesso all'area - ha dichiarato il primo cittadino - sarà effettuato il controllo per impedire l'ingresso di bottiglie e contenitori in vetro, così come ne sarà impedito l'uso all'interno della Fiera. Purtroppo i recenti fatti di Torino ci hanno dimostrato come l'abbandono di bottiglie e contenitori in vetro per terra, in aree di assembramento, può essere causa di grande pericolo per l'incolumità personale”.

L'area espositiva di 14mila metri quadrati accoglierà per dieci giorni intrattenimento di ogni genere: animazioni per i più piccoli, spettacoli musicali e teatrali, esibizioni sportive, mostre ed eventi di beneficenza. I punti di accoglienza della Croce Rossa saranno situati nei Giardini Unitá d'Italia, inoltre verranno messe a disposizione alcune navette per permettere a chi parcheggia lontano dal centro, dir aggiungere la kermesse. "Carmagnola sarà pertanto una città sicura ma assolutamente non “blindata” - tiene infine a sottolineare Gaveglio -, aperta e pronta ad accogliere con il consueto entusiasmo tutti i visitatori". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carmagnola si organizza per una Sagra del peperone più sicura

TorinoToday è in caricamento