menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patto tra Torino e Roma: "Maggiori poteri ai sindaci e un fondo per le vittime del crimine"

Il presidente dell'Anci ha rinnovato la richiesta al Ministero dell’Interno affimchè i Sindaci possano avere maggiori poteri

Il bisogno di sicurezza, diritto fondamentale di ogni persona. E’ questo il tema del convegno di cui ha recentemente preso pare il sindaco di Torino, Piero Fassino, presso la Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri.

“Come Presidente dell’Anci – ha dichiarato Fassino -, ho rinnovato la richiesta al Ministero dell’Interno che i Sindaci possano avere maggiori poteri e disporre di un numero più alto di agenti che rafforzino tutte le azioni di sorveglianza e presidio del territorio. Occorre inoltre che venga assicurato alla Polizia Municipale l’accesso allo Sdi (banca dati delle informazioni riservate), oggi a disposizione di carabinieri e polizia di dtato e, al contempo, che venga formalizzata una norma che assicuri alla polizia municipale le stesse garanzie, di tutela e riconoscimento di giusta causa durante l’esercizio delle proprie mansioni, assicurate alle altre forze dell’ordine.”

Fassino vuole, inoltre, una Torino ancor più attenta ai diritti dei più deboli e impegnata nella promozione della legalità e nel contrasto alle mafie. “Per rafforzare questo principio d’ora in avanti ci costituiremo come parte civile nei processi contro mafie e criminalità organizzata e, a sostegno e protezione delle persone che hanno il coraggio di denunciare, istituiremo un Fondo per le vittime di racket, usura e gioco d’azzardo, come appena sancito dalla nuova legge regionale piemontese”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento